EDILIZIA IN LEGNO

Il nostro sistema costruttivo
IL NOSTRO SISTEMA COSTRUTTIVO
Gli edifici in legno si sono sviluppati già dal Medioevo in Europa secondo due tipologie costruttive: il sistema costruttivo massiccio (Blockhaus) e il sistema costruttivo a telaio. Nel sistema costruttivo massiccio le tamponature esterne verticali erano realizzate mediante la sovrapposizione di tronchi lavorati, mentre nel secondo sistema venivano realizzati delle telai con tamponature di sassi o argilla.
Tali processi costruttivi si sono evoluti nei secoli fino ai giorni nostri dove, grazie all'introduzione del "legno ingegnerizzato" da cui deriva il pannello X-LAM utilizzato nelle nostre costruzioni, è possibile ottenere un prodotto durevole, affidabile e di facile realizzazione. Questo tipo di pannello è stato inventato negli anni '70 e viene realizzato sovrapponendo e incollando a stati incrociati delle tavole di legno massiccio opportunamente lavorate. Il suo scarso successo iniziale era dovuto alle difficoltà tecniche legate alla bassa potenza delle presse che dovevano incollare i vari strati; a partire dagli anni '90 tale procedimento è stato ripreso e migliorato soprattutto in Austria e Germania, dove si è arrivati a realizzare un prodotto di alta qualità.

Il pannello X-LAM è un pannello multistrato composto interamente in legno massiccio, dalle ottime caratteristiche fisico-meccaniche ed è in grado di soddisfare tutti i requisiti di sicurezza richiesta dalla normativa vigente sia in termini di resistenza al fuoco che resistenza sismica; inoltre ha un ottimo isolamento termo-acustico e un'alta protezione dalle radiazioni ad alta frequenza (elettrosmog).
Il sistema a pannello portanti è quindi diventato il sistema costruttivo più diffuso in Europa per la costruzione di edifici in legno. Tale sistema, per robustezza e solidità, è quello che più si avvicina all'idea di edificio radicata in Italia. I pannelli portanti possono essere utilizzati come strutture di parete, solai (anche di grandi luci), scale, balconi. Le unioni metalliche sono realizzate con appositi componenti (piastre, chiodi, spinotti, viti), preventivamente dimensionati e certificati.

Esistono principalmente due metodi produttivi per poter realizzare un pannello a liste incrociate:
• l'assemblaggio a secco
• l'assemblaggio per incollaggio

L'assemblaggio a secco può avvenire o con cavicchi (viti o tasselli di legno molto secco e duro) o con chiodi; l'assemblaggio con colla avviene per mezzo della spalmatura del collante su ogni strato di legno da unire tramite pressatura.
A parità di sezione, i pannelli XLAM ottenuti per incollaggio hanno una portata nettamente superiore, fino al doppio di un pannello assemblato a secco; di conseguenza i costi del pannello sono anch'essi ridotti di circa la metà. La colla utilizzata deve essere assolutamente priva di formaldeide e conforme alla norme EN301 per uso in ambienti esterni e interni.

SISTEMI COSTRUTTIVI ALTERNATIVI DISPONIBILI SUL MERCATO
•sistema costruttivo a telaio
•sistema a setti tradizionali in legno massiccio (Blockbau)


Sistema costruttivo a telaio
Ai giorni nostri gli edifici a telaio vengono realizzati con pannelli intelaiati prefabbricati e in seguito trasportati in cantiere. Generalmente il telaio è realizzato con pilastri a sezione quadrata, che hanno un interasse di circa 60 cm. Anche i solai e le coperture sono realizzati con orditure di travi, in legno o lamellare.

Anche se questo sistema offre costi contenuti, un buon livello di prefabbricazione e una sufficiente duttilità nel suddividere gli spazi interni, ci sono degli aspetti negativi:
- limiti dell'edificazione in altezza (max 3 piani)
- tale sistema costruttivo non è adatto a zone con alte temperature, se non si adottano particolari accorgimenti per l'isolamento termico.
- è possibile realizzare solo costruzioni che non richiedano tecniche complesse.
- nei cartongessi interni è possibile che si verifichino delle crepe dovute alle torsioni e assestamenti della struttura a traliccio.
- rigidezza strutturale inferiore al sistema costruttivo con pannelli X-LAM.

Sistema a setti tradizionali in legno massiccio (Blockbau)
Il metodo costruttivo a setti non ha subito vistosi cambiamenti tecnici nel corso dei secoli, ma sono sostanzialmente progrediti gli studi sulla forma e gli incastri dei tronchi, le tecniche di sigillatura e protezione.

Tale sistema costruttivo, utilizzato ancora al giorno d'oggi, presenta tuttavia molti limiti:
- non è possibile la prefabbricazione
- l'altezza massima realizzabile è di due piani
- difficoltosa la realizzazione della tenuta dell'aria
- rigidezza strutturale inferiore al sistema costruttivo con pannelli X-LAM.

DESCRIZIONE SEZIONE TIPO
DESCRIZIONE CANTIERE
SICUREZZA
VANTAGGI
DUBBI E PREGIUDIZI